EcoprintWeb: Stampa Ecologica e servizio on line un esempio di pratiche virtuose

L’azienda “Grafica KC” nasce nel 1987 nel capoluogo ligure e nei suoi successivi 20 anni di storia si afferma sempre più nel territorio circostante come azienda tipolitografica tradizionale.
Fino al 2009, anno che segna una svolta per la tipografia genovese. Una trasformazione radicale di macchinari e ciclo produttivo porta infatti la “Grafica KC” a diventare la prima tipografia ecologica ligure.
Dopo qualche anno di esperienza di lavorazioni a basso impatto ambientale alle spalle, nel 2013 si conclude il processo di modernizzazione avviato quattro anni prima: la crescita del mercato Web nel mondo della stampa porta Kicco e Giacomo Chiarella a lanciare EcoPrintWeb, primo portale di stampa “green” online.

Ci siamo messi in contatto con Giacomo Chiarella per capire meglio quali possono essere le opportunità derivanti dalla trasformazione del proprio business in un’attività a basso impatto ambientale.

Quali sono state le motivazioni che vi hanno portato a diventare la prima stamperia green?

Dopo quasi 30 anni di lavoro, nel 2009 era arrivato il momento di rinnovare il nostro parco macchine.
È stata un ottima occasione per fermarci e riflettere su come andare avanti, come investire per far crescere la nostra attività di stampa.
Studiando il mercato abbiamo capito che stampare a basso impatto ambientale era possibile, e richiedeva un investimento che, se comunque importante per una struttura come la nostra (data la scarsa diffusione di tecnologie, macchinari e materiali per la stampa “green”, i costi di investimento sono ancora abbastanza alti), non era fuori portata.

Quali sono, dal suo punto di vista, i vantaggi di una svolta “green” per il settore?

Già da ora è facile notare come questa svolta ci abbia permesso di differenziarci: alcune aziende o privati che ci contattano ora non ci avrebbero contattati 6 anni fa. Tuttavia i vantaggi economici sono difficili da osservare sin da subito, generalmente questi sono investimenti che ripagano nel medio-lungo periodo.
È indubbio però che di questo cambiamento ne risente in maniera positiva lo spirito con cui si lavora: si è consapevoli di star costruendo qualcosa di utile, bello, lavorando per quello in cui si crede.

Quali scelte operative avete fatto in relazione alla sostenibilità?

Innanzitutto utilizziamo energia rinnovabile; gli inchiostri sono a base vegetale; l’utilizzo di additivi di stampa è fortemente ridotto, così come tutto ciò che è normalmente richiesto per la pulizia delle macchine da stampa; stampiamo offset ma non usiamo acidi per incidere le stampe; gli imballi sono fatti con carta riciclata e per quanto riguarda la spedizione dei prodotti abbiamo dislocato alcuni eco-print web store (a Milano per esempio ci appoggiamo a Chico Mendez, cooperativa legata alla rete Altromercato) così che l’utente possa recarsi di persona allo “store” senza dover per forza pagare le spese di spedizione: una scelta in linea con la politica di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.
Quando invece è possibile (un caso è Genova), per la consegna ai clienti utilizziamo corrieri in bici.

Vedo che il vostro lavoro è garantito da diverse certificazioni ambientali. Perché questa scelta?

L’ottenimento di certificazioni ambientali è stato deciso sin da subito, come garanzia ai clienti dell’ecosostenibilità del nostro lavoro. Purtroppo ci sono ancora tante tipografie che, grazie ad un’unica certificazione, quella del Forest Stewardship Council (“FSC”: garantisce la sostenibilità del legno usato per produrre la carta), riescono ad attrarre molti consumatori convinti di aver a che fare con una tipografia “green”.
Oltre alla carta però c’è molto altro. Per questo sin da subito abbiamo deciso di ottenere l’ISO 14001: una certificazione che dovrebbe essere diffusa tra tutte le aziende grafiche, ma il cui ottenimento rappresenta, purtroppo, ancora un’eccezione.
Oltre all’ISO 14001 abbiamo ottenuto la certificazione “eco-print”: unica certificazione sul processo di stampa a basso impatto ambientale.

Qual è stato il riscontro ricevuto dai consumatori?

Il riscontro è stato positivo. D’altronde siamo il primo sito di stampa online a basso impatto ambientale in Europa. Per chi ci tiene ad avere un prodotto realizzato nel pieno rispetto ambientale offriamo un servizio unico, comodo, certificato e a prezzi competitivi.

Qual è il profilo del vostro cliente medio?

Non abbiamo ancora identificato il profilo del nostro cliente medio. Varia molto, riceviamo ordini tanto dal Nord quanto dal Sud Italia, anche se prevalentemente da clienti residenti in grandi città (Milano, Firenze ma anche Lecce). Qualche ordine arriva anche dall’estero, in particolare dalla Svizzera.

Quali al momento le vostre prospettive di crescita?

L’obiettivo è quello di aprirsi al mercato estero in maniera importante.
Prima però dobbiamo cercare di farci conoscere meglio in Italia, per aumentare la risposta dei consumatori che, comunque, sta già crescendo.
A questo proposito una strategia di comunicazione efficace sarà fondamentale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...